Alla vigilia del “FRIDAY FOR FUTURE” arriva il sostegno dell’Associazione degli Industriali: «dialogo e iniziative green per gli istituti»

Belluno, 14 marzo 2019 – «Anche noi domani scenderemo idealmente in piazza con gli studenti delle scuole bellunesi. Nel nostro territorio di montagna, parlare di ambiente, clima, sostenibilità, ha ancora più senso che altrove, come ha ribadito il Presidente Mattarella nel suo discorso a Belluno nel passaggio dedicato ai cambiamenti climatici». A dirlo, alla vigilia del “Friday for future” bellunese è Augusto Guerriero, vicepresidente di Confindustria Belluno Dolomiti con delega ai temi della sostenibilità.

«Crescita sostenibile, economia circolare, green economy non sono delle parole di moda, ma dei concetti chiave per l’economia del futuro, come sottolineato anche dai recenti Stati Generali della Montagna. In un territorio come il nostro, questi temi sono la base per uno sviluppo reale e rispettoso dell’ambiente e delle sue comunità».

«Molte nostre imprese sono già dei laboratori di sostenibilità, sia nei processi interni sia nei rapporti con i fornitori e le realtà locali. Parliamo di aziende con importanti certificazioni ambientali, con bilanci sociali in ordine, precise policy aziendali e un’attenzione particolare per la filiera», sottolinea Guerriero che rimarca come anche per i consumatori il rispetto dell’ambiente sia sempre più criterio di scelta: «Il mercato sta evolvendo in quella direzione e noi dobbiamo farci trovare pronti. Vale per l’agrifood come per i prodotti manifatturieri».

Anche per questo, Confindustria, vuole portare il tema nelle scuole: «Non c’è innovazione vera, senza sostenibilità e rispetto dell’ambiente. I nostri ragazzi devono avere fin da ora gli strumenti per comprendere a fondo questo binomio, essenziale soprattutto per chi vuole continuare a vivere in questo territorio dalle ricchezze immense e dagli equilibri fragili. Come Confindustria vogliamo dialogare con gli Istituti e portare le nostre best practice».

«Mi auguro quindi che quella di domani possa essere una giornata di impegno e riflessione. Le tematiche legate all’ambiente toccano il cuore della nostra economia montana», conclude Guerriero.